giovedì 3 gennaio 2013

Un classico, il Tiramisù


Sì, lo so, lo so, sono appena finite le feste e i blog pullulano di ricette extra light, mega insalatone, succhi vitaminici...e io che vi propongo? Un tiramisù grassottello e poco sano. Che vi devo dire, qua il mood natalizio non è ancora passato e continuiamo a regalarci piccoli peccati di gola ;-)
In realtà è da una settimana che diciamo che sabato e domenica faremo 2 giorni di purificazione, ma io ci credo poco e Dani anche meno, dato che ho già in mente di fare una sera la pizza e l'altra degli spiedini cotti alla brace *____*
Vabbe', al di là dei nostri fioretti personali, passiamo alla ricetta. E' sicuramente il tiramisù più buono che abbia mai fatto da quando sono vegan, non perché le mie doti culinarie siano aumentate, ma perché c'è un ingrediente segreto: una panna da montare 100% vegetale che non ha nulla a che vedere con quella che era la Soyatoo.
Chi capita anche su Facebook avrà visto che ho postato la foto della confezione e anche del risultato da montata, beh è strabiliante sotto ogni punto di vista. Ha un ottimo sapore, che non ricorda neanche un po' quello di fagiolo, raddoppia di volume, è sofficissima e non tende a smontarsi... insomma, difficile chiedere di più!
L'unico contro è il fatto che, come la maggior parte delle panne da montare vegetali, è a base di grassi idrogenati. Per quel che mi riguarda, ho deciso di scendere ogni tanto a un piccolo compromesso con me stessa e di consumarla, seppure in modo molto limitato.
La mia scelta alimentare ha basi puramente etiche e non ha nulla a che vedere con la salute (come dico spesso, per fortuna stavo bene prima e sto bene adesso), il fatto che io tenda a utilizzare pochissimo burri di soia e panne, è perché la più parte di loro ha come ingrediente base l'olio di palma, la cui estrazione ha un impatto ambientale tremendo.
Come dicevo però, la perfezione non esiste ed io non punto ad arrivarci, perciò continuerò a non usare margarine -totalmente sostituibili-, ma raramente cederò a questa panna.
Ecco, mi sembrava corretto mettervi a conoscenza di come la penso, ma ora passiamo alla ricetta :-)



Ingredienti per 6 persone:
250-300 gr biscotti secchi vegan
250 ml panna da montare 100% vegetale già zuccherata, fredda di frigo da almeno 4 ore
250 gr latte di riso
10 gr amido di mais
40 gr malto di riso
un pizzico di vaniglia in polvere
la punta di un cucchiaino di curcuma
3 tazzine di caffè amaro freddo
2 cucchiai di rum scuro
100 gr cioccolato fondente tagliato in scaglie
cacao amaro

Procedimento:
Come prima cosa mettiamo una ciotola (meglio se in metallo) e le fruste elettriche nel congelatore a raffreddarsi.
Intanto in una ciotolina sciogliamo l'amido con qualche cucchiaio di latte di riso e scaldiamo il restante a fuoco basso con il malto, la curcuma e la vaniglia; facciamo sobbollire per qualche minuto, poi versiamovi l'amido disciolto e mescoliamo con un cucchiaio finché la crema non si addensa.
Versiamola in una ciotola, copriamola a contatto con un foglio di carta d'alluminio e facciamola raffreddare.
A questo punto, versiamo nella ciotola ormai fredda la panna e iniziamo a montarla con le fruste elettriche a massima velocità, con movimenti dal basso verso l'alto, finché non otteniamo un composto soffice e fermo. Ci vorranno 3-4 minuti.
Uniamo un cucchiaio di panna montata alla crema al latte di riso ormai fredda, e mescoliamo delicatamente. A questo punto aggiungiamo tutta la crema nella ciotola con la panna e mescoliamo lentamente dal basso verso l'alto con una spatola, finché i due composti non sono perfettamente amalgamati.
In un piatto fondo mischiamo il caffè al rum, iniziamo ad inzupparci i nostri biscotti (devono essere ben imbevuti, ma non zuppi) e andiamoli a posizionare in una pirofila 20x15 circa. Quando abbiamo creato la base versiamovi 1/3 della crema, livelliamola e aggiungiamo delle scaglie di cioccolato.
Ripetiamo l'operazione con un'altra fila di biscotti, un altro terzo di crema e il cioccolato. Completiamo con una terza fila di biscotti imbevuti, la restante crema livellata, scaglie di cioccolato e una bella spolverata di cacao amaro.
Lasciamo in frigo almeno 2-3 ore prima di consumare.



In realtà le dosi del caffè sono puramente indicative, perché dipende molto da che biscotti scegliete, ad ogni modo se vedete che non è sufficiente allungatelo con un po' di acqua o di latte vegetale. Il rum ovviamente è omettibile, ma a me piace molto...andate a gusto personale ;-) Invece per quanto riguarda la crema al latte di riso, beh è una ricetta di Salvini in "Cucina vegana", quindi si va a colpo sicuro :-)

Spero che questo 2013 sia iniziato nel migliore dei modi per tutti, io vi rinnovo i miei auguri e ci sentiamo presto con ricette più leggere, promesso! :-)
Un abbraccio.

23 commenti:

  1. Golosissimo...Impossibile resistere...!!!

    RispondiElimina
  2. Mi sembra un'alternativa decisamente invitante.
    PS come si dice sempre, tutti a dieta da lunedì ;o)

    RispondiElimina
  3. Posso fare solo una critichina, poi va be'... La critica viene da me XD che invece dovrei stare zitta ah ah ah!
    Il tiramisù è impeccabile, perfetto e golosissimo... Il cucchiaino lo ci si affonda volentieri... Ma la foto, ciotolina stupenda, mi sembra troppo astratta, troppo finta che la sua "chiarezza" non mette in evidenza il contenuto della ciotolina... Quasi non si vede il tiramisù all'interno...

    Si lo so che la critica non dovrebbe venire da me perché la foto è stupenda... (le mie sono proprio schifose... Ma non ho una reflex :( ) però io la vedo un po' troppo finta rispetto ad altre tue foto che trovo pazzesche *_* tutto qua :D

    Un abbraccio e spero di non aver rotto troppo :D

    RispondiElimina
  4. Grazie ragazze! :-)

    @cami ma che rotto Cami, figurati! :-) Le critiche sono sempre costruttive e ovviamente i gusti, sono gusti! :D
    Per quanto riguarda le foto ho un saaaaaaaaaacco da imparare e l'unico modo che ho è provare, riprovare e provare ancora. Non ho ancora uno "stile" (se così si può dire), proprio perché cerco sempre di cambiare per capire/imparare qualcosa di nuovo.
    Per quella che è la mia esperienza, le foto "in bianco" sono tra le più difficili da fare, diciamo che sono tutte prove per cercare di capire come ottenere il risultato che vorrei ^_^
    Un abbraccio :-)

    RispondiElimina
  5. AHHAHAHAHH ora capisco il tuo commento alla mia ricetta!!!! Brava brava.. aspettiamo lunedi!
    Complimenti per il tiramisù (dovrò trovare questa panna) e come sempre per le foto!

    RispondiElimina
  6. bellissimo e sicuramente molto molto molto buono! come ti dissi, cercherò questa panna, chissene delle disintossicazioni: direi che siamo impeccabili o quasi per il resto dell'anno! abbracci!

    RispondiElimina
  7. anche io sto lontana dai grassi idrogenati ma un tiramisù all'anno me lo faccio,vegano, ma per bene ;)
    a me piace con la chantilly ma anche con la crema al latte devere essere delicato e gustoso! da provare ;)

    RispondiElimina
  8. Grazieeee.... Non mi piace andare "a casa" di qualcuno e rompere le scatole :) pero' ad esempio ho amato tantissimo la foto delle tue crepes... *_* Non che le altre non fossero belle, anzi, ma questa non so... Sicuramente le foto con sfondo bianco sono abbastanza complesse, tu sei bravissima è solo che a me questa foto piace un po' meno rispetto ad altre... Poi come dici bene tu sono gusti :)

    Grazie per aver capito, mi scoccia dover rompere ma mi piace dire quel che penso e sapevo che tu avresti colto il succo della mia "critica" :D

    Ti abbraccio dolce Katy

    RispondiElimina
  9. omg!!!!!!!!!!!!!! è meraviglioso..quanto alla panna, la penso come te :una tantum possiamo trasgredire senza problemi. E aggiungo, la cercherò! un bacio

    RispondiElimina
  10. @cami ma figurati, Cami! Anzi, sono contenta che ti "soffermi" così tanto sulle mie foto da ricordartene qualcuna :-)
    Un abbraccio a te

    @francy ;-)

    RispondiElimina
  11. W il tiramisù!!!
    Io ne faccio di tipi diversi, di solito uso la ricotta vegan, ma la versione guduriosa della panna vegan ... mmmm ... non ne vado pazza ma ogni tanto ci vuole, no? ^_*

    RispondiElimina
  12. Il libro di Salvini non l'ho ancora comperato: le ricette mi sembravano troppo sofisticate per sfruttarle nel quotidiano. Certe ricette però.. mi sono rimaste nel cuore e spesso quando sono in libreria lo maneggio, lo sfoglio, ..ma ancora non mi ha catturato completamente. Confesso che sono felice di trovare la ricetta della cremina, era una di quelle che più mi interessava avere..
    Grazie!!!
    Buon anno,
    Sissa

    RispondiElimina
  13. Very interesting recipe and such an amazing pictures :)

    RispondiElimina
  14. Grazie a tutte! :-)

    @la sissa è vero, le ricette non sono per tutti i giorni, però si trovano spunti interessanti anche per realizzare qualcosa di più semplice... ad ogni modo, anch'io sei libri che non sono proprio sicura non faccio altro che sfogliarli in libreria ;-)

    @gosia Thanks!!! :-)

    RispondiElimina
  15. Golosissimo!!!!!!!!!! all'ipercoop di Cremona niente panna.... :-( devo rimandare i miei esperimenti... per il momento di gusto questo splendido Tiramisù!!!!! ti lascio un augurio speciale http://ledeliziedifeli.wordpress.com/2013/01/06/blog-dellanno-2012/

    RispondiElimina
  16. ne abbiamo parlato, sai bene che sono contraria a qualunque tipo di estremismo, lo trovo pericoloso, limitante, regressivo.

    ben venga il tuo tiramisù, e se la resa della panna è questa adesso vado veramente a comprarla perchè non puoi capire quanta voglia ho di un tiramisù che ci assomigli come gusto almeno un po' :D

    RispondiElimina
  17. Viva la super panna :D qua da noi ha convinto tutti!

    RispondiElimina
  18. ciao KAty! ho scoperto anch'io da un po' di tempo questa panna, e ne tengo sempre una scatolina in dispensa, per i dolci delle "eccezioni", che non si dovrebbe ma ... si fa, perchè sono buonissimi, e in fondo nessun essere vivente ne ha sofferto no?!
    Splendida ricetta questo tuo Tiramisù, alla prossima occasione peccaminosa lo preparo!! un bacione

    RispondiElimina
  19. Ciao, Katy! Adoro il tuo blog, adoro le tue ricette e le foto :)
    Sono sempre alla ricerca di ricette sane, ma senza rinunciare al gusto, inoltre da un anno ho scoperto di essere intollerante al lattosio, quindi i dolci vegani per me sono perfetti! Questo tiramisù mi sembra delizioso, ma volevo chiederti una cosa: sai che la panna vegetale contiene comunque proteine del latte? Te lo dico perché io non posso mangiarla, mi fa stare male...Quella che trovi tu è totalmente vegetale o è la panna della hoplà, per intenderci? Grazie per la tua disponibilità :D

    RispondiElimina
  20. Ciao Gabri, grazie mille per le tue parole, sei gentilissima :-)
    Hai proprio ragione, il 99% delle panne "vegetali"da montare hanno proteine del latte, ma questa che ho usato io no :-)
    Si chiama Professional Cream ed è in un tetrapack azzurro (nel post c'è un link che rimanda alla foto della confezione) e ha proteine della soia, invece che del latte :-)
    Al momento è l'unica panna realmente 100% vegetale che sono riuscita a trovare nei supermercati, invece online si riesce a trovare anche qualcos'altro.
    Spero di esserti stata utile :-)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  21. ...lo sei stata!! Non credo di riuscire a trovarla, dalle mie parti...ma non demordo! ;D

    RispondiElimina